6 peggiori alimenti per la tiroidite di Hashimoto

Pubblicato 17 ottobre 2020


Se a te o a qualcuno che ami è stata diagnosticata la malattia di Hashimoto, l'ipotiroidismo, l'ipertiroidismo o la malattia di Graves, sappi che non sei solo. Ogni volta che c'è un problema ormonale nel corpo, ci vuole del tempo per capire come gestire i sintomi e ottenere sollievo. Per alcuni di voi che stanno leggendo questo, ci possono essere voluti anche anni per riconoscere i sintomi e iniziare il viaggio di guarigione. Ma sia che siate nuovi in questo viaggio o che stiate camminando sul sentiero da un po' di tempo, ci sono alcuni cambiamenti che potete apportare alla vostra dieta che vi aiuteranno a ridurre i sintomi e ad aumentare la qualità della vostra vita.

Cos'è la tiroidite di Hashimoto?

La tiroidite di Hashimoto è un'infiammazione della tiroide che è una ghiandola endocrina a forma di farfalla situata anteriormente alla trachea. L'Hashimoto è classificata come una malattia autoimmune, il che significa che il sistema immunitario attacca erroneamente la ghiandola tiroidea.

La malattia di Hashimoto può verificarsi a causa di numerose ragioni, come l'ipotiroidismo (tiroide sottoattiva). Può anche essere causato da un trattamento eccessivo di ipertiroidismo (tiroide iperattiva) o dalla genetica. L'Hashimoto è un disordine autoimmune che si verifica almeno 8 volte di più nelle donne che negli uomini. 1

Funzioni della ghiandola tiroidea:

La tua ghiandola tiroidea svolge vari compiti nel tuo corpo che implicano la produzione di tre ormoni principali, T3, T4 e calcitonina, che svolgono molte funzioni del corpo. 2

La ghiandola tiroidea è responsabile di quanto segue:

Crescita e sviluppo
Regolazione della temperatura
Stimolare la frequenza cardiaca e la contrazione
Regola il tasso metabolico basale del corpo
Metabolismo dei nutrienti
Produzione di ATP
Omeostasi del calcio

Inutile dire che la ghiandola tiroidea sta facendo un sacco di lavoro all'interno del tuo corpo! Quando qualcosa non va bene, è importante prendere nota dei tuoi sintomi per sapere come aiutarti a ridurli.

Quali sono i sintomi?

L'Hashimoto non è una di quelle malattie che improvvisamente inizia a colpire tutto il corpo. Invece, progredisce molto lentamente nel corso di diversi anni. Inizialmente, è asintomatico, ma gradualmente, man mano che l'ipotiroidismo progredisce, si può iniziare a vedere uno o più sintomi. Questo rende l'Hashimoto difficile da diagnosticare.

Potresti non notare che i tuoi capelli si sono gradualmente assottigliati, o che il tuo viso sembra più gonfio del giorno prima. Tuttavia, pensa indietro di cinque anni. Come è cambiata la tua vita quotidiana?

I sintomi più comuni sperimentati sono:

Gozzo
Fatica
Costipazione
Depressione
Problemi di memoria
Riduzione della frequenza cardiaca
Aumento di peso inspiegabile
Pelle secca
Capelli fragili e sottili
Mestruazioni pesanti o irregolari
Problemi a rimanere incinta
Regolazione della temperatura (specialmente del freddo)
Dolori articolari e muscolari
Viso gonfio
Debolezza muscolare

Questo elenco di sintomi può rendere la vita più difficile! La buona notizia è che questi sintomi possono essere gestiti attraverso una corretta alimentazione. L'aggiunta di alimenti come le verdure a foglia, la carne biologica e le carni d'organo può essere efficace per aggiungere le vitamine e i minerali necessari per sostenere la tiroide. È altrettanto importante eliminare gli alimenti dannosi dalla dieta in modo che il tuo corpo possa funzionare meglio.

6 peggiori alimenti per la malattia di Hashimoto

Mentre si va avanti verso il trattamento di qualsiasi malattia attraverso la dieta e la nutrizione, è imperativo essere consapevoli di tutte le opzioni alimentari che possono rivelarsi negative per la salute. Quello che mangi ha un impatto diretto sul tuo sistema immunitario e sulla tua funzione tiroidea.

Glutine

Per coloro che hanno la malattia di Hashimoto, c'è sempre un certo grado di intolleranza al glutine. Questo significa che i prodotti contenenti glutine possono innescare una risposta autoimmune che causa infiammazione e problemi intestinali. La buona notizia è che ci sono molte alternative agli alimenti che contengono glutine! Per esempio, invece di avvolgere il tuo burrito con una tortilla di grano, prova invece una di manioca! 3

Gli alimenti che contengono glutine sono:

Grano
Orzo
Segale
Pane
Cereali
Pasta
Crackers
Prodotti da forno
Alcuni alcolici

Zucchero

Secondo il sito American Heart Association, le donne dovrebbero consumare 6 cucchiaini di zucchero al giorno, e gli uomini 9 cucchiaini al giorno. E questa quantità include gli zuccheri presenti nella frutta e negli alimenti naturali ed esclude i dolcificanti artificiali o gli alimenti trasformati. Ma purtroppo il consumo di zucchero è salito alle stelle, e una persona media ora consuma circa 20 cucchiaini di zucchero ogni giorno. Questo è abbastanza allarmante! Ridurre lo zucchero è così importante per avere successo nella riduzione permanente dei sintomi. Una ricerca condotta nel 2018 ha mostrato un ritorno significativo del livello di anticorpi e dell'ormone stimolante la tiroide dopo aver smesso con lo zucchero. I dolcificanti artificiali non sono migliori degli zuccheri raffinati. Infatti, il sucralosio è un dolcificante artificiale a zero calorie che è stato trovato dannoso per coloro che hanno problemi alla tiroide. 4

Un'elevata assunzione di zucchero può causare un picco nei livelli di zucchero nel sangue, aumentare l'infiammazione, sabotare la salute dell'intestino e provocare delle vampate autoimmuni.

Gli alimenti ad alto contenuto di zuccheri sono:

Frutti ad alto contenuto di zucchero
Soda
Sciroppo d'acero
Alimenti trasformati
Cibi confezionati
Salse

Per esperienza personale, lo zucchero è il cibo più difficile da abbandonare. È del tutto normale avere voglie, mal di testa e sbalzi d'umore mentre si sta rinunciando allo zucchero. Non mollare! Questi sintomi passeranno. Quando avrete rinunciato con successo allo zucchero, noterete che la vostra nebbia cerebrale è sparita, l'infiammazione è ridotta e i vostri livelli di energia sono più uniformi durante il giorno.

Grano

Ci sono diversi alimenti in questo gruppo che possono scatenare una reazione autoimmune e provocare sintomi indesiderati. Due fattori principali influenzano il consumo di cereali durante l'ipotiroidismo:

La malattia di Hashimoto e la celiachia sono strettamente legate tra loro. Questo perché entrambi sono disturbi autoimmuni e innescano una risposta che causa la sensibilità al glutine nel corpo. Una volta che si consumano cereali/glutine, aumenta la permeabilità intestinale che porta a un intestino che perde. Questo aggrava ulteriormente le condizioni di salute come l'eccessiva produzione di ormoni, la rottura delle pareti digestive che causano stitichezza e un inspiegabile aumento di peso.
In secondo luogo, i cereali sono un alimento ricco di fibre, e le fibre sono indubbiamente necessarie per il corpo umano. Ma il problema sorge quando questo gruppo di alimenti ad alto contenuto di fibre porta con sé un secchio pieno di pesticidi che danneggiano le pareti intestinali.

I cereali dannosi per la salute della tiroide sono:

Grano
Mais
Orzo
Avena
Kamut
Couscous
Miglio

Latteria

Il latte animale contiene grandi quantità di antigeni e grassi saturi. Ed entrambe queste sostanze sono responsabili dell'infiammazione che riduce la capacità del tuo corpo di combattere con batteri e virus. Queste sostanze chimiche infiammatorie colpiscono direttamente il tuo sistema immunitario. Come sappiamo, l'Hashimoto è una malattia autoimmune; quindi assicurarsi che il tuo sistema immunitario funzioni bene è importante per ridurre i sintomi.

I latticini che dovrebbero essere evitati sono:

Latte
Crema
Formaggio
Burro
Yogurt

Soia

I prodotti di soia contengono isoflavoni che possono bloccare la funzione dell'enzima perossidasi tiroidea. La TPO è responsabile della produzione degli ormoni tiroidei, T3 e T4.

Gli isoflavoni imitano anche l'effetto degli estrogeni che gli permette di sostituire alcune delle funzioni degli estrogeni. Quando gli estrogeni sono sostituiti dagli isoflavoni, possono causare sintomi alle persone con la tiroidite di Hashimoto.

Gli alimenti che contengono soia sono:

Latte di soia
Edamame
Tofu
Alternative vegane alla carne
Pesce in scatola
Alimenti trasformati
Carne lavorata

Alcool

Sapevi che il tuo fegato e la tua tiroide sono altamente connessi? Il tuo fegato è responsabile del metabolismo degli ormoni (compresi gli ormoni tiroidei). Quando bevi alcol, il tuo fegato è anche responsabile del metabolismo dell'alcol. Quindi, puoi vedere come non bere alcolici può aiutare il tuo fegato a concentrarsi su ciò che vuoi: metabolizzare gli ormoni.

L'alcol può anche inibire la digestione. L'intestino e la tiroide sono anche altamente connessi. Quando i recettori nell'intestino sono bloccati, è più difficile assorbire i nutrienti che aiutano a sostenere il sistema immunitario e la tiroide.

L'astensione da ogni forma di alcol è fondamentale per ridurre i sintomi della malattia di Hashimoto.

La malattia di Hashimoto non deve controllare la tua vita. Questi cambiamenti alla dieta aiuteranno a ridurre l'infiammazione nel tuo corpo e a ridurre i sintomi che affronti ogni giorno.

La parte più importante di tutto questo è: non mollare! Ci vorranno un paio di settimane perché le voglie si plachino e la tua dieta diventi più normale per te. Dagli 30 giorni di monitoraggio dei tuoi sintomi usando il nostro symptom tracker e rivaluta!

Messaggi correlati


I commenti sono stati chiusi per questo post.